Documento senza titolo
Cos'è l'EPDM

Caucciù EPDM la differenza impermeabile
L’EPDM è un polimero sintetico, che da più di 40 anni ha avuto un utilizzo in continuo aumento come materiale da costruzione nell’industria automobilistica e nell’ingegneria civile. L’EPDM è un elastomero ottenuto dalla copolimerizzazione di Etilene, Propilene e Diene Monomero, che viene vulcanizzato.
Le lunghe molecole di gomma, vengono connesse attraverso legami chimici incrociati, formando un prodotto elastico, chimicamente stabile, con una resistenza imbattibile ai raggi UV, all’ozono, alle temperature, alle sostanze chimiche e all’invecchiamento.
 
Proprietà viscoelastiche
L’EPDM sotto allungamento, non ha un punto di snervamento, mentre i materiali termoplastici diventano più sottili e si rompono anche ad una bassa forza di tensione. L’EPDM si allunga fino al 300% e può essere teso in tutte le direzioni allo stesso tempo (risposta multiassiale) e non è soggetto a rottura in seguito a tensione. Il materiale può essere deformato fino ai limiti estremi e ritorna sempre alla sua dimensione e forma originarie, caratteristica fondamentale per seguire i movimenti del substrato.
Flessibilità imbattibile
L’EPDM rimane flessibile anche a temperature estreme, consentendone l’installazione in qualsiasi periodo dell’anno ed in diverse condizioni climatiche.
 
Resistente al punzonamento e alla tensione
Pressione e movimenti del substrato, lasciano inalterato l’EPDM.
 
Non contiene plastificanti e additivi
che possono migrare con il tempo. Il peso rimane invariato.
 
Chimicamente stabile
Nessun rischio di migrazione di ingredienti o
cambiamento di proprietà dopo il contatto con altri materiali.
 
Su tetti esposti l’EPDM non richiede manutenzione
Fatta eccezione della manutenzione ordinaria dei canali di scarico
 
Resistenza biologica
Attacchi biologici non hanno nessuna influenza sull’EPDM. Resistente alle radici secondo FLL/prEN13948.
 
 
 
 
L’interesse per l’ambiente
Le impermeabilizzazioni in EPDM sono chimicamente stabili, non contengono additivi inquinanti e metalli pesanti, non rilasciano sostanze nocive, consentendo la vita a flora e fauna ittica; inoltre l’EPDM è indicato da Greenpeace come alternativa alla plastica in PVC. WWF Italia impiega i nostri teli in EPDM per ripristinare le zone umide all’interno delle loro oasi. L’EPDM è classificato in categoria 1a da NIBE (Nederlands Istitut voor Bouwbiologie en Ecologie), che certifica anche le nostre membrane IMPERMEA EPDM elastoseal e IMPERMEA EPDM prelasti come idonee alle costruzioni sostenibili (DUBO). La lunga durata di vita permette un consumo minimo di energia e risorse. Le nostre membrane in caucciù EPDM sono completamente riciclabili, rispettando quindi le esigenze dell’ambiente e sono munite della “dichiarazione ambientale prodotto EPD”.  
   
   
Documento senza titolo
© 2016 IMPERMEA Srl Tecnologia Ambientale - via Salaiola 50/16 - 56030 La Rosa - Terricciola (PI) - Italia - Tel: +39 0587 648044 Fax: +39 0587 635135 e-mail info@impermea.it
c.f. e p.iva 01746630506