Documento senza titolo
Installazione artistica di CeccoRagni

Chiesa del Luogo Pio: Piazza del Luogo Pio – Quartiere “La Venezia” – Livorno
Un intervento artistico eseguito con una bellissima e originale installazione dell’Artista livornese CeccoRagni, che con l’ausilio di un telo IMPERMEA EPDM elastoseal ha allagato il pavimento di un’antica Chiesa in Piazza del Logo Pio a Livorno. L’opera ha come titolo “Compassione”.  
 
tetto epdm colorato, colorply impermea coolstar impermea, tetto bianco riflettente
 
Compassione  
 
L’arte contemporanea, spesso ritenuta di difficile comprensione o addirittura scostante, è in realtà più che mai fondata sul dialogo con il pubblico, al quale chiede la disponibilità a disfarsi di pregiudizi estetici, e non solo.

Ma prima ancora il dialogo è con il luogo in cui e per cui l’opera d’arte – nella dimensione di installazione – viene pensata e in cui acquista senso.

Insomma, in un’epoca in cui trionfano i “non luoghi”, i rapporti sono sempre più virtuali e l’arte stessa è svilita nella sua riproduzione e mercificazione, l’artista contemporaneo ricerca la fisicità delle relazioni umane e spaziali.
 
 
 
Esemplare di questo modo di operare è il lavoro di Francesco Ragni, che non crea mai “a priori” e anzi utilizza materiali che sembrano dar origine da soli all’opera, essendo oltretutto tendenzialmente elementi primari – in questo caso l’acqua – o comunque naturali, come il legno, o visivamente impalpabili – vetro, filo di nylon, gas…: e se l’opera sembra “nascere” e non “essere fatta” si supera anche il peso dell’ addicional concept, l’idea cioè della prevalenza del concetto nell’arte contemporanea. E poiché nei nomi sono le cose, in quello che è tradizionalmente chiamato “Luogo Pio” – in una sollecitazione di empatia – non poteva che scaturire “Compassione”. Dunque una chiesa nata nel contesto di una struttura di accoglienza per orfane diventa oggi evocazione della difficoltà attuale dell’accogliere l’altro, il diverso: dato l’ambiente, l’acqua che lo pervade non può non far pensare a quella benedetta, battesimale, che accoglie nella comunità cristiana, ma quei corpi affioranti nell’oscurità suggeriscono situazioni più drammatiche, e l’acqua stessa finisce per separarci da loro … : mentre invece non basta la pietà a distanza, occorre patire insieme. Il gesto artistico non vuole riprodurre la realtà, ma farne vivere un’esperienza. Antonella Capitanio  
Documento senza titolo
© 2016 IMPERMEA Srl Tecnologia Ambientale - via Salaiola 50/16 - 56030 La Rosa - Terricciola (PI) - Italia - Tel: +39 0587 648044 Fax: +39 0587 635135 e-mail info@impermea.it
c.f. e p.iva 01746630506